Home Page Docenti
pix_trasprente
Portale UniorHome PageAggiungi pagina ai preferitiWeb MailStampa la pagina
pix_trasprente
   Italiano - English  pix_trasprente
  A+  pix   a-  
pix_trasprente

  Gestione pagine personali docenti

Per gestire la propria pagina personale, gli avvisi in bacheca, i contenuti relativi a insegnamenti, curriculum vitae, pubblicazioni, collaborazioni, temi e link di ricerca.


pix_trasprente
Curriculum vitae

 

 

Descrizione: ix_trasprente

 

Curriculum vitae

 

La prof.ssa Anna Maria Pedullà è professore di seconda fascia nel SSD L FIL LETT 14 , CRITICA LETTERARIA E LETTERATURE COMPARATE. presso il dipartimento di Studi letterari linguistici e comparati dell’Università degli Studi di Napoli “L’Orientale”.

Ha conseguito l’Abilitazione scientifica nazionale per professore universitario di II Fascia, valida dal 7 aprile 2017 fino al 7 aprile 2023.

Anna Maria Pedullà, nata a Salerno, si è laureata con lode in “Lettere moderne” presso la Facoltà di Lettere e Filosofia dell’Università degli Studi di Napoli “Federico II” il 20 ottobre 1976, discutendo la tesi Ipotesi di analisi semiotica di un romanzo barocco: Il Calloandro, diretta dal prof. M. Rak. Dal 1 settembre 1977 al 7 marzo 1980 ha svolto attività di borsista del C. N. R. presso l’Istituto di Filologia moderna dell’Ateneo federiciano e dal 7 marzo 1980 al 18 gennaio 1982 presso l’Istituto di Storia dell’arte dell’Università di Salerno. Le ricerche svolte come borsista del C. N. R., sottoposte al vaglio annuale del Comitato per le scienze storiche, filosofiche e filologiche del suddetto Ente, si sono incentrate sui settori della semiotica del testo letterario e dei rapporti tra semiotica e comunicazioni di massa. Il 19 gennaio 1982 prende servizio come ricercatore confermato presso la Facoltà di Magistero dell’Università di Salerno, continuando a svolgere la sua attività di ricerca nell’ambito della teoria semiotica del testo drammaturgico e spettacolare. Nel dicembre 1988 ha ottenuto il trasferimento presso la cattedra di Storia del Cinema dell’I.U.O. di Napoli, cattedra diretta dal prof. Mino Argentieri. Nel 1992 riceve dalla Facoltà di Lettere dell’Istituto Universitario Orientale l’affidamento dell’insegnamento di “Metodologia e storia della critica letteraria”, impartito continuativamente fino al 2017. Nell’anno accademico 2007-08 la Facoltà le ha conferito oltre all’insegnamento di ‘Metodologia e Storia della critica’ anche quello di ‘Teoria della letteratura’, che le è stato confermato per il 2008- 09 e il 2009-10. Dall’a. a. 2010-11 diviene affidataria dell’insegnamento di “Letterature comparate” per diversi corsi di laurea triennale e magistrale, conservando quello di ‘Metodologia e storia della critica letteraria’ per alcuni corsi di laurea magistrale fino all’a. a. 2016/17. Nell’aprile 2017 consegue l’ASSN nel settore scientifico disciplinare Letteratura italiana, critica letteraria e letterature comparate. Dal 16 aprile 2019 è professore di seconda fascia nel settore L. Fil. Lett. 14 presso l’Università degli Studi di Napoli “L’Orientale”.

Partecipazione agli organi collegiali e di governo

La dr.ssa Anna Maria Pedullà, per due mandati, e a seguito di elezione da parte della categoria dei ricercatori, ha fatto parte del Consiglio di amministrazione dell’Ateneo. Su designazione del Magnifico Rettore prof. Adriano Rossi è stata nominata in quegli anni Presidente della Commissione “Gare e appalti”.

Principali aree e tematiche di ricerca

 

 –Teoria e storia dei generi letterari.

 –Teoria e critica del teatro e del cinema.

 – Teoria e storia del romanzo barocco italiano.
 – Mito e letteratura.

 – Miti letterari e letterature.

 – Tematologia.

  –Studi e edizioni di romanzi barocchi.

 

 

 

Progetti di ricerca universitari ed interuniversitari finanziati

 

Nel 1999 fa parte di una ricerca PRIN, come unità di ricerca -- Napoli, diretta da W. Pedullà su “Scritture barocche, avanguardie, sperimentalismi”. Tale ricerca è all’origine del volume da lei introdotto e curato Nel labirinto, Napoli, Liguori, 2003. Il volume contiene saggi di critica comparatistica in cui si confrontano scrittori barocchi italiani, francesi e inglesi.

 

Partecipazione a centri internazionali di Studio

 

Dal luglio 1976 al 1979 all’itinerario formativo universitario, in quanto borsista del C. N. R., ha affiancato l’esperienza di studi di semiotica generale, testuale e retorica del testo, presso il “Centro internazionale di Semiotica e Linguistica” dell’Università degli Studi di Urbino.

 

 

Organizzazione, Promozione e Partecipazione a Convegni, conferenze, manifestazioni 

 

Nel settembre 1978 a Pavia ha partecipato all’annuale Convegno dell’AISS con una comunicazione dal titolo Retorica ed immagine fotografica: il caso Moro.

Nell’ottobre 1978 è intervenuta al Convegno internazionale "Forme e pratiche della festa", Montecatini, 27-29 ottobre 1978. L’intervento è presente nel volume Festa, antropologia e semiotica, Nuova Guaraldi, Firenze, 1981.

Nel dicembre dello stesso 1978 ha svolto a Napoli una conferenza-dibattito su Semiotica e comunicazioni di massa, nell’ambito degli “Incontri di semiotica”, organizzati dall’editrice La Nuova Italia, sede di Napoli.

 Nell’aprile 1980 ha partecipato al Convegno patrocinato dall’Università di Salerno, “La cultura italiana negli anni 1930-45”, con una relazione dal titolo Lingua d’uso e lingua letteraria ne La cognizione del dolore di C. E. Gadda.

Nel giugno (13-14-15) 1980 ha partecipato al Convegno “Strategie di manipolazione- Pratiche semiotiche, pratiche sociali “ a cura del Centro romano di semiotica e del Circolo Turati di Roma, con una comunicazione, frutto di una ricerca sulla drammaturgia e sulla spettacolarità gesuitica, dal titolo Strutture rituali e strategie di manipolazione del teatro barocco gesuitico.

Nel giugno 1981 (13- 14) ha promosso e coordinato il Convegno “Linguaggio-donna” a cura dell’Ass.to ai Servizi sociali del Comune di Napoli, diretto dal prof. Berardino Impegno.

Nell’aprile 1982 ha organizzato la manifestazione culturale Napoli- Metropoli - Mediterraneo. Analisi ed immagini della nuova cultura urbana per l’Ass.to allo spettacolo del Comune di Napoli.

 Dal marzo al maggio 1982 ha organizzato il seminario internazionale Sull’illusione, presso la facoltà di Magistero dell’Ateneo salernitano, ed in tale sede ha tenuto una relazione dal titolo L’illusione nel teatro barocco gesuitico.

Nel novembre 1982 ha organizzato la rassegna di teatro sperimentale “41° parallelo” per l’Opera Universitaria dell’Università di Salerno.

Nel dicembre 1986 partecipa come relatrice con Serve la semiotica al pensiero teatrale?, al Convegno Il teatro come pensiero teatrale, a cura della cattedra di “Storia del teatro” dell’Università di Salerno La relazione è stata poi pubblicata nel volume di AA.VV., Il teatro come pensiero teatrale, ESI, Napoli, 1990.

Nell’ottobre - novembre 1990, in collaborazione col dr. V. Caprara ha curato la segreteria scientifica della rassegna cinematografica Effetto Notte, promossa dalla Coop. “Il Teatro” e dall’ IUO e ha tenuto le conferenze introduttive alla proiezione dei film in rassegna.

Nel marzo 1991, nell’ambito di un ciclo di conferenze organizzate dal “Centro napoletano di Semiotica” del cui comitato scientifico ha fatto parte, ha svolto una relazione dal titolo Modello semantico ad enciclopedia e romanzo barocco.

Nel maggio 1993, nell’ambito del ciclo di conferenze dal titolo Semiotica e Storia, organizzato dal Centro napoletano di Semiotica, ha svolto una relazione dal titolo Per una storia del concetto di “ genere” letterario”.

Nel dicembre 1994 ha partecipato al Convegno organizzato dall’IUO Il Portogallo e i mari. Incontro di culture con una relazione dal titolo: Strutture semiotiche e strutture ideologiche di Sostiene Pereira di Antonio Tabucchi., pubblicata negli Atti del suddetto Convegno, Napoli,1996.

Negli anni 2000 e 2001 partecipa a due convegni napoletani organizzati dalla Mod, presieduta dal prof. Pupino, uno su Pirandello a Napoli, l’altro su La cultura a Napoli tra Otto e Novecento, con due studi, uno d’impostazione sociologica, Pirandello nelle pagine del” Mattino” ( 1922- 37), l’altro sul genere “romanzo epistolare”, Lettere di Antonio Labriola. Entrambi i saggi sono editi negli Atti di tali Convegni, l’uno per l’editore Salerno, Roma 2002, l’altro per Liguori, Napoli, 2003.

Nel 2004 partecipa all’annuale convegno dell’ADI a Siena con una comunicazione su La poesia visiva ne La Galeria di G. Marino, edita ora negli Atti per Betti ed., Siena 2006.

Nello stesso 2004 partecipa all’annuale convegno della Compalit a Torino sul tema Il personaggio, con una comunicazione dal titolo Amore e Psiche tra mito, filosofia e letteratura, ora pubblicata nel volume Labirinti di Psiche delle Edizioni dell’Orso, Alessandria, 2009.

Nel marzo 2007 ha organizzato per il Dipartimento di Studi comparati dell’Orientale, di cui fa parte, il convegno Labirinti di Psiche. Interpretazioni e variazioni sul mito. Partecipa al convegno con una relazione su Il mito di M. Maddalena in J. da Varazze e A. Brignole Sale. Tali atti sono stati pubblicati presso l’editore Carocci nel giugno 2009.

Nel novembre 2008 prende parte al convegno della Compalit, svoltosi a Napoli, sul tema Occidente e Oriente con una comunicazione dal titolo Anubis in fabula, ovvero La pudicizia schernita di Ferrante Pallavicino.

 Nel 2015 propone un panel sul tema La scelta del male e la donna all’annuale riunione dell’ADI con una relazione dal titolo L’ombra di Maddalena.

Nel 2016 partecipa all’annuale riunione dell’ADI sul tema “ Letteratura e arti” con una relazione su Ut pictura poiesis. La visibilità nei romanzi religiosi di A. Brignole Sale.

Nel 2017, nell’ambito delle attività di internazionalizzazione della ricerca, partecipa a Nizza al Convegno, organizzato dall’Università di Nizza in collaborazione con l’Ateneo di appartenenza, sul tema  La poèsie comme entretien, con la relazione Bellezza del sacro, M. Maddalena nella poesia italiana del Seicento.

 Nell’ottobre 2017 partecipa al Convegno, organizzato dal Dipartimento DSSL dell’Orientale, sul tema Letteratura e psicoanalisi con una relazione: Fusini e Serpieri lettori di Shakespeare .

Nel 2017, nell’ambito dell’attività del seminario interdisciplinare del DSSL svolge la relazione sul tema Mito e letteratura.

Nell’ottobre (31) 2018 partecipa al convegno internazionale organizzato dal dipartimento DSSL dell’Orientale sul tema Letteratura e psicoanalisi con la relazione dal titolo L’epistolario di van Gogh.

 

Collaborazione a Miscellanee di studi

 

      Nel 1993-94 ha collaborato all’iniziativa di V. Placella per una Miscellanea di Studi in onore di Raffaele Sirri Rubes, edita nel dicembre 1995 da Federico e Ardia, Napoli. Di questa Miscellanea è co-autore con un saggio Per una semantica del romanzo barocco italiano.

      Nel 1998 ha collaborato alla Miscellanea Memoria biblica e Letteratura italiana, edita nel 1998, a cura di V. Placella, con un saggio dal titolo Semiosi naturale e storia di un’anima in Maria Maddalena peccatrice e convertita di A. Brignole Sale.

      Nel 2010 ha iniziato la collaborazione  al Dizionario biblico della letteratura italiana diretto da Marco Ballarini e P. Frare, G. Langella… con il saggio Giovanni Ambrogio Marini e il romanzo.

 

Dottorato

 È stato membro del Collegio Docenti del Dottorato di ricerca in Italianistica dell’Università degli Studi di Napoli “L’Orientale” (coordinatore: prof. A. Cerbo).

 È stato membro del Collegio Docenti del Dottorato di ricerca in Letterature Comparate dell’Università degli studi di Napoli “L’Orientale” (coordinatore: prof.  Carlo Vecce)

 Ha tenuto Lezioni dottorali annuali per i due Dottorati.

– Fa parte delle Commissioni per il conferimento del titolo di Dottore di Ricerca.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Attività didattica

 

1. Anna Maria Pedullà ha usufruito di una borsa di studio conferitole dal Consiglio nazionale delle Ricerche presso l’insegnamento di “Sociologia della Letteratura” diretto dal prof. M. Rak dell’Istituto di Filologia moderna dell’Università di Napoli “Federico II “ dal 1 settembre 1977 al 7 marzo 1980, e dal 7 marzo 1980 al 18 gennaio 1982 presso l’Istituto di Storia dell’Arte (cattedra di “ Storia del teatro e dello spettacolo” diretta dal prof. A. Mango) dell’Università di Salerno. In questo spazio di tempo ha partecipato alla vita scientifica delle due Cattedre e ha curato, sotto la direzione dei Docenti, alcuni aspetti dei programmi ufficiali svolgendo esercitazioni bisettimanali e seminari programmati anno per anno:

– Negli anni accademici 1977-78, 1978-79, 1979-80, ha svolto l’attività didattica presso la Cattedra di Sociologia della Letteratura (docente M. Rak).

– Negli anni accademici 1980-81 e 1981-82 ha svolto l’attività didattica presso la Cattedra di Storia del teatro e dello spettacolo (docente A. Mango).

2. Inquadrata nel ruolo dei Ricercatori universitari confermati, con effetto giuridico dal 1/8/1980 ed economico dal 18/01/1982, presso la FACOLTÀ DI MAGISTERO DELL’UNIVERSITÀ di Salerno, ha svolto la sua attività didattica presso la Cattedra di “Storia del teatro e dello Spettacolo” del Prof. Achille Mango. Ha tenuto Seminari e Lezioni integrative, ha partecipato agli esami, alla cura delle tesi di laurea e alle diverse attività della Cattedra e della Facoltà.

Presso la Facoltà MAGISTERO dell’Università di Salerno ha prestato regolarmente servizio dal 18/10/1982 al  dicembre 1988 (anni accademici 1982-83, 1983-84, 1984-85, 1985-86, 1986- 1087, 1987-88).

 

3. In servizio presso l’Istituto Universitario Orientale di Napoli, a partire dal dicembre 1988, presso la Cattedra di “Storia del Cinema (titolare il prof. D. Argentieri), negli anni accademici 1988-89, 1989-90, 1990-91, 1991-92 ha svolto con regolarità Lezioni annuali integrative su temi di storia del cinema e Lezioni seminariali.

 

4. Dall’anno accademico 1992/93 all’anno accademico 2015/16 ha tenuto ininterrottamente, per affidamento annuale della Facoltà di Lettere e Filosofia, l’insegnamento di “Metodologia e storia della Critica letteraria” prima per il Corso di Laurea in Lettere, successivamente per il Corso di Laurea in “Studi comparatistici” (ora “Corso di Laurea in Lingue, Letterature e Culture comparate”) e per altri Corsi di Laurea.

Dall’anno accademico 2007/08 fino all’anno accademico 2009/2010 ha tenuto per affidamento annuale anche l’insegnamento di “Teoria della letteratura”.

Dall’anno accademico 2010/11 fino all’anno accademico 2015/16 ha tenuto l’affidamento di “Letterature comparate” per lauree magistrali. Dall’anno accademico 2016/17 ha tenuto per affidamento annuale l’insegnamento di “Letterature comparate” per lauree triennali.

 Ha diretto tesi di Laurea come relatrice e correlatrice.

 

 



 

Descrizione: ix_trasprente

 

 

 



pix_trasprente

© Copyright Università degli Studi di Napoli "L'Orientale"